Sprazzi di Nobiltà

la loro storia è anche la nostra storia

Luoghi della Nobiltà abbandonati dalla Nobiltà

grandhotelE’ apparso oggi, 7 marzo 2015, su Yahoo, un articolo dedicato ai meravigliosi alberghi un tempo frequentati dalla nobiltà e oggi abbandonati alle intemperie del tempo e del meteo. Una vera tristezza vedere il “bello che fu” lasciato diventare “un brutto che è”. Possibile che nessuna persona, nessuna associazione, nessun ente, nel privato e nel pubblico, abbia avuto voglia di mantenere in vita ciò che fu bello e che potrebbe ancora essere bello? o, di mantenere in vita i ricordi di una società che potrebbero ancora destare emozioni e finanche istruire?   e che nessuna persona, nessuna associazione, nessun ente, nel privato e nel pubblico, abbia avuto la capacità di intravederne un ritorno economico quantomeno sufficiente a giustificare il proprio sforzo? Possibile che la nobiltà di oggi non riesca a trovare una soluzione strategicamente proficua e, al tempo,  intelligentemente testimone di se stessa? Che tristezza doverci rispondere con un avvilito: no, nessuno ha voluto o saputo vedere e fare.

l’articolo:

Gli hotel abbandonati più affascinanti (e inquietanti) d’Europa: un tempo erano tra i più sontuosi e lussuosi edifici d’Europa, e hanno ospitato regnanti, nobili e alta società, prima di essere lasciati alla furia degli elementi. Le straordinarie immagini catturate da Thomas Windish ci portano dietro quelle porte, ora sbarrate, che un tempo erano l’ingresso di strutture vive e accoglienti. Ma che, nonostante l’incuria in cui sono cadute, conservano intatto il loro fascino.